Architetti e giornalisti svedesi hanno visitato la meraviglia mondiale di Marmaray

progetto Marmaray della Turchia dei reporter giganti dal mondo, pur continuando ad attirare l'attenzione all'estero, architetti e ha iniziato agli appassionati di intrattenimento di diversi settori. Marmaray, che è in linea per il mondo in tour, è affollato da coloro che sono interessati a esperti, giornalisti e vari gruppi professionali.

Il gruppo di 25, un gruppo di giornalisti e architetti svedesi portato dalla Global Travel Travel Agency, ha visitato Marmaray, che hanno descritto come la meraviglia del mondo.

La costruzione di Marmaray, il responsabile del progetto di costruzione dell'Eurasia, Mehmet Çilingir, gli ospiti svedesi hanno riassunto il lavoro svolto.

Gli ospiti svedesi sono atterrati a metri 25 sotto terra. Hanno vagato nel tunnel di Marmaray a una profondità di 18 con un'inclinazione di 40. Il tubo 135 11 58 che misura i metri 13.6 di ciascuno dei misuratori 2.5 al di sotto del valore specificato nella lunghezza del tunnel sotterraneo è specificato come indicato dal chilometraggio XNUMX. Tubi sul pavimento del Bosforo furono sepolti sotto il terreno scavato per proteggersi da influenze esterne e fu detto che c'era un mucchio di terreno che raggiungeva i metri XNUMX. È stato affermato che le connessioni del tubo contro i terremoti sono state fatte con il materiale di gioco e che è stato posizionato contro tutti i tipi di shock.

Il presidente di Global Travel Travel Agency, Süleyman Gök, ha dichiarato: dik Negli ultimi mesi, Marmaray ha portato vari gruppi da Paesi Bassi, Inghilterra e Stati Uniti. Riceviamo offerte da molti paesi del mondo che vogliono visitare Marmaray. Il volto di Turchia scorreva progetti hanno creato un nuovo gruppo di lavoro per presentare al mondo, "ha detto.

Ine Facciamo la differenza nel turismo, ha detto Süleyman Gök, un membro del gruppo Virgin Air, un gruppo di controllori da vari porti del Regno Unito.

Fonte: Turismo in Turchia

Günceleme: 17/10/2012 10:23

Annunci simili

Sii il primo a commentare

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*