Dabak ha parlato della logistica

Contatta direttamente il mahmut
Contatta direttamente il mahmut

📩 18/11/2018 12:56

Dabak ha spiegato la logistica: Nella presentazione in cui sono state spiegate le aspettative di Rize, Dabak ha parlato di argomenti come il centro logistico, l'aeroporto, la ferrovia, il porto di Rize.

Il presidente della filiale di Rize Mahmut Dabak, che ha partecipato alla riunione del Consiglio di amministrazione generale (GİK) ospitata dalla filiale di Elazig dell'associazione degli industriali e degli uomini d'affari indipendenti (MUSIAD), ha presentato una presentazione di Rize al ministro dei trasporti e degli affari marittimi, Lütfi Elvan, sulle questioni che ricadono sotto la responsabilità del ministero. Nella presentazione in cui sono stati spiegati i problemi e le proposte di soluzione e le aspettative di Rize, Dabak ha parlato di argomenti come centro logistico, aeroporto, ferrovia, porto di Rize.

Nella sua presentazione, il progetto del centro logistico di İyidere sulla posizione forte Il presidente di Dabaklar ha dichiarato: "Il porto è il porto più profondo di Mersin in Turchia e la profondità è di 12 metri. Mentre i porti nelle province circostanti di Rize sono profondi 7-8 metri, il Canale di Suez è profondo 18 metri. A İyidere, la profondità del mare raggiunge i 20-25 metri, il che può essere un importante centro logistico del mondo dove le navi di grande tonnellaggio possono facilmente attraccare. Con l'apertura del tunnel Ovit verrà ripristinato il centro logistico che qui sorgerà, con il collegamento ferroviario di 538 km tra Samsun e Sarp, e la Via della Seta, che collega l'Anatolia all'Asia Centrale, uno dei mezzi di trasporto merci e passeggeri più economici e meno rischiosi. Questo investimento dovrebbe essere un grande progetto che dovrebbe essere considerato a livello nazionale piuttosto che un investimento regionale.

MUSIAD Il presidente del Rize Branch Mahmut Dabak, a seguito della sua presentazione, ha ringraziato il ministro Elvan per gli investimenti fatti a Rize negli ultimi anni.

Sii il primo a commentare

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*