La preparazione tradizionale del tè cinese nella lista dei patrimoni dell'UNESCO

La preparazione tradizionale del tè di Gin è nella lista del patrimonio culturale dell'UNESCO
La preparazione tradizionale del tè cinese nella lista dei patrimoni dell'UNESCO

La tradizionale preparazione del tè cinese è stata aggiunta alla lista del patrimonio culturale immateriale dell'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura (UNESCO) a Rabat, la capitale del Marocco. L'articolo “Tecniche tradizionali di lavorazione del tè e relative pratiche sociali in Cina” ha superato l'esame alla 28a sessione del Comitato intergovernativo dell'UNESCO per la protezione del patrimonio culturale immateriale, tenutasi qui dal 3 novembre al 17 dicembre.

L'UNESCO, nella sua pagina web che promuove l'iscrizione, ha affermato che il movimento riconosce conoscenze, abilità e pratiche relative alla gestione delle piantagioni di tè, alla raccolta delle foglie di tè, alla lavorazione manuale, al consumo e alla condivisione.

Il tè ha un'importanza speciale nella cultura cinese. I cinesi piantano, raccolgono, producono e bevono tè fin dai tempi antichi. In Cina vengono prodotte sei diverse categorie di tè. Queste; tè verdi, gialli, scuri, bianchi, oolong e neri. Ci sono più di 2 prodotti di tè in Cina, insieme a tè rilavorati come tè profumati ai fiori. Il tè preparato o bollito viene servito in famiglie, aziende, case da tè, ristoranti e templi.

L'UNESCO ha anche affermato che il tè è una parte importante delle cerimonie e della socializzazione in Cina, come matrimoni e sacrifici. La Cina ha attualmente 43 elementi nell'elenco del patrimonio culturale immateriale e rimane il paese più registrato al mondo.

Günceleme: 30/11/2022 15:17

Annunci simili

Sii il primo a commentare

Yorumlar