Gli studenti universitari hanno trasformato i rifiuti edili in opere d'arte

Gli studenti universitari hanno trasformato i rifiuti edili in opere d'arte
Gli studenti universitari hanno trasformato i rifiuti edili in opere d'arte

I premi sono stati assegnati ai vincitori del concorso studentesco “Advanced Transformation Design: From Construction Waste to Sculpture Design” organizzato in collaborazione con il corso “Paesaggio e arte” dell'Università tecnica di Istanbul (ITU) e la società di costruzioni Benesta operante in Turchia.

Upcycling Design: From Construction Waste to Sculpture Design” si è tenuto per la prima volta quest'anno il concorso internazionale per studenti con il tema “Le macerie prendono vita nell'arte”. Alla cerimonia di premiazione del concorso hanno partecipato il membro della Facoltà di Architettura del Paesaggio dell'ITU, il prof. Dott. Benesta Benleo si è tenuto ad Acıbadem con la partecipazione di Gülşen Aytaç, dello scultore Asaf Erdemli, del direttore generale di Benesta Roksana Diker e degli studenti in gara.

Il concorso organizzato con la partecipazione di 26 studenti delle discipline di architettura del paesaggio, disegno industriale, architettura, urbanistica e urbanistica, architettura degli interni; È stato modellato da viaggi tecnici, seminari e corsi di formazione. La prima delle visite in sede e cantiere Benesta; L'incontro è avvenuto esaminando i materiali di scarto in loco e facendo schizzi sulle prime idee. Nel secondo incontro svoltosi in cantiere, un lavoro pratico sull'accostamento dei materiali è stato svolto da Asaf Erdemli e in ufficio si sono svolte le presentazioni finali dei lavori progettuali degli studenti.

Dopo le presentazioni finali, sono stati premiati 4 studenti con decisione dei rappresentanti del team Benesta e del team della giuria del concorso.

Esra Balcı, una studentessa del dipartimento di Industrial Design dell'ITU, ha vinto il primo premio con il suo lavoro intitolato "Safe Place", progettato sulla base di concetti come "grembo materno, natura, abbraccio e calma" sul "sentirsi al sicuro". La studentessa di architettura del paesaggio dell'ITU Melisa Yurdakul si è aggiudicata il secondo premio con il suo lavoro "Sculpture of Relax", che il progetto Benesta ha promesso di presentare, integrandosi con la natura e ispirato all'approccio della respirazione confortevole, e la studentessa di architettura del paesaggio dell'ITU Berra Kafalıer ha ricevuto il terzo premio con il suo lavoro "Merge".

Selin Kaya, una studentessa del dipartimento di Industrial Design dell'ITU, ha vinto il quarto premio con il suo lavoro chiamato "Flow Sculpture", che ha progettato basandosi sul concetto di "flusso", che esprime il ritmo unico e la continuità della natura. Durante la cerimonia di premiazione, sono stati consegnati premi in denaro ai vincitori e certificati di partecipazione sono stati consegnati ai concorrenti partecipanti.

“Sono usciti ottimi prototipi con i sogni dei giovani”

ITU Dipartimento di Architettura del Paesaggio Docente Prof. Dott. Parlando con l'Agenzia Anadolu (AA) dopo la cerimonia di premiazione, Gülşen Aytaç ha dichiarato di aver aperto un corso facoltativo sul paesaggio e l'arte all'interno del corpo dell'architettura del paesaggio d'interni e ha detto: "Quando abbiamo pensato a cosa possiamo fare per rendere questo corso più produttivo , abbiamo portato con noi il nostro scultore Asaf Erdemli come consulente artistico. Ha partecipato anche il fotografo di architettura Emre Dörter e abbiamo condotto questo corso insieme.” disse.

Spiegando che stanno cercando di rendere più produttiva la lezione che combina diverse discipline, Aytaç ha fatto la seguente valutazione:

“È stato un ottimo processo. Asaf Bey dava critiche ai bambini ogni settimana. Quando lo guardiamo dal punto di vista dello studente, è molto prezioso che gli studenti dell'ultimo anno rivelino un'opera d'arte e che venga applicata. Come Facoltà di Architettura ITU, ci piacciono sempre queste associazioni in tali relazioni, siano esse industria, settore delle costruzioni, studi di architettura. In questo contesto, vorrei ringraziare Benesta per la loro visione di sponsorizzarci, sostenere gli studenti e cercare di rivelare giovani talenti”.

Il direttore generale di Benesta, Roksana Diker, ha dichiarato di essere un'azienda internazionale e di avere 5 principi e ha affermato: “Il primo è l'esperienza ingegneristica internazionale, il secondo è la funzionalità. Nel nostro terzo principio, prestiamo attenzione all'uso di materiali che invecchiano e non invecchiano. In quarto luogo, ci occupiamo di costruire strutture senza tempo. In quinto luogo, attribuiamo importanza alla costruzione di strutture che sono meraviglie dell'architettura e del design". utilizzato le sue dichiarazioni.

Sottolineando che attribuiscono sempre importanza ai materiali naturali, al verde, alla sostenibilità e al riciclaggio, Diker ha dichiarato:

“In questo contesto, abbiamo pensato insieme a ITU, cosa possiamo fare insieme, cosa possiamo fare con materiali di scarto che non vengono utilizzati nelle costruzioni, poiché attribuiamo grande importanza all'arte e ai giovani. Abbiamo dato un compito agli studenti della facoltà di architettura. Stiamo costruendo un parco di 15mila metri quadrati a Benesta Benleo Acıbadem. Volevamo vedere che tipo di sculture possiamo collocare in questo parco da materiali di scarto e cosa possiamo fare. Lo abbiamo fatto in collaborazione con l'ITU. I giovani sognano molto bene, questo per noi è molto importante, sono nati prototipi molto belli con i sogni dei giovani. Ora abbiamo deciso di dar loro vita. Realizzeremo sculture di dimensioni reali e le terremo in vita nel nostro Benleo Park. Continueremo tali concorsi artistici nell'arena internazionale. I sogni dei giovani ci danno speranza. Renderemo sostenibili le attività artistiche e continueremo ad includere e sostenere i giovani nel nostro progetto per le attività artistiche”.

L'opera vincitrice sarà esposta nel Parco Benleo di Benesta Benleo Acıbadem.

Lo scultore Asaf Erdemli, d'altra parte, ha affermato di conoscere i materiali di Benesta Benleo Acıbadem e di aver visitato i materiali di scarto uno per uno e ha detto: “Abbiamo anche fatto alcuni esperimenti con gli studenti. Saldatura provata. Abbiamo preparato un workshop per loro. Abbiamo preparato presentazioni su come usiamo i materiali, su quanti artisti in tutto il mondo se ne occupano. Hanno fatto ricerche su di loro e ci hanno presentato gli esempi che gli piacevano. Egli ha detto.

Affermando che gli studenti hanno iniziato a sviluppare un progetto da queste inferenze dopo aver compreso l'idea principale di Benesta Benleo Acıbadem, Erdemli ha concluso le sue parole come segue.

“Questo è un processo che richiede circa 3-4 settimane. Questo processo si è trasformato in un progetto in cui possono raccontare la storia in modo più accurato, essere più adatti a questo progetto e presentare il loro punto di vista nella propria disciplina, con riduzioni e modifiche. Poi sono iniziati i mockup. Hanno visto che le cose a cui pensavano, disegnavano e modellavano sui modelli non erano così buone nei modelli, e su questo è ricominciato un cambiamento. Alla fine sono arrivati ​​in finale. Era un programma fitto di impegni per loro, ma l'abbiamo finito in fretta.

La cerimonia di premiazione si è tenuta oggi. I premi sono una decisione presa insieme ai funzionari dell'azienda, a me e ai miei professori a capo di questo progetto. Ne abbiamo finalizzato uno e siamo arrivati ​​alla parte di produzione fisica di Benesta Benleo Acıbadem da esporre finché questo progetto esiste, nel Benleo Park. Lo rifaremo con il lavoro del mio amico che è venuto per primo”.

La cerimonia di premiazione del concorso “Upcycling Design: From Construction Waste to Sculpture Design” si è conclusa dopo un servizio fotografico di gruppo.

Günceleme: 25/05/2023 14:14

Annunci simili